Politiciens et élections, Votez librement et participez à la démocratie, Votez pour le changement, Référendum en ligne
Angelino Alfano

Alfano indica la strada a Monti: «Subito un piano per ...

Angelino Alfano 21%

button ElectionsMeter.com

Angelino Alfano... la crescita»

 

RomaSono da poco passate le otto di mattina quando la delegazione del Pdl guidata da Angelino Alfano entra a Palazzo Chigi per un incontro con Mario Monti. Un faccia a faccia di oltre un'ora cui partecipano anche i capigruppo Fabrizio Cicchitto e Maurizio Gasparri e che ha non solo l'obiettivo di fare il punto della situazione in vista di quelle misure per la crescita che il governo vorrebbe varare nei primi mesi del 2012.

 

Il Pdl, infatti, approfitta dell'occasione anche per lanciare un primo segnale di avvertimento. Per ribadire al presidente del Consiglio che sì, l'appoggio al suo governo non è in discussione, ma per far chiaramente presente che il partito numericamente più rappresentato in Parlamento non ha intenzione di sostenere altri provvedimenti al buio come accaduto con la manovra. Nuove misure e riforme dovranno essere dunque concordate. O, quantomeno, il Pdl ne dovrà esser messo a conoscenza a tempo debito e avere la possibilità di interagire.

 

Ecco perch´, lasciando Palazzo Chigi, Alfano parla di «incontro post-manovra». «Abbiamo chiesto al governo - spiega il segretario del Pdl - un confronto per stimolare la crescita e lavorare per far sentire più forte la voce dell'Italia in Europa». Un fronte, quest'ultimo, su cui già aveva insisto molto Silvio Berlusconi durante il faccia a faccia con Monti di qualche giorno fa, convinto che - come lo è pure il premier - che l'asse franco-tedesco vada ridimensionato. Ecco perch´ Alfano spiega che c'è da «capire se i sacrifici che vuole l'Europa sono chiesti da un'entità sovranazionale come la commissione Ue oppure solo da alcuni Paesi come Francia e Germania». E in questo secondo caso «a che titolo». E la richiesta del Pdl è proprio quella di un intervento in sede europea. Perch´, dice Fabrizio Cicchitto, «se non c'è un mutamento dei comportamenti a livello europeo riguardanti l'euro, la Bce e la governance in quanto tale si corre il rischio di una vanificazione delle manovre anche più rigorose». Insomma, «abbiamo manifestato a Monti la necessità di andare oltre il direttorio a due Francia-Germania, altrimenti rischiamo si inneschi un meccanismo recessivo». Con una postilla: «Il fatto che lo spread sia molto alto, oltre a far definitivamente giustizia delle amenità dette qualche tempo da esponenti della sinistra su Berlusconi, deve farci riflettere tutti». Concetto, questo, su cui torna anche Alfano. «Il dato di borsa di questi giorni e il livello dello spread - spiega l'ex ministro della Giustizia - dimostrano che le difficoltà non erano di Berlusconi ma di una congiuntura sfavorevole».

 Per saperne di piùil Giornale.it (24 dicembre 2011)


Danda77 -
Marquerno spam

ElectionsMeter n'assume aucune responsabilité pour le contenu des arguments. S'il vous plaît contactez l'utilisateur ou l'auteur des commentaires. Chaque argument sur ElectionsMeter doit contenir le nom de l'auteur et le référence à la source originale du texte. Les utilisateurs devraient être conscients de la loi sur la protection du droit d'auteur. S'il vous plaît lire policy du site.

Retour au sondage: > Italy > Politiciens > Angelino Alfano
 
load menu